Ambiente e sostenibilità aziendale

Nel rapporto esaminato dall’ISPRA RELATIVO all’andamento della produzione elettrica nazionale dalle diverse fonti energetiche, sono stati elaborati i fattori di emissione di gas a effetto serra e altri inquinanti atmosferici.
I fattori di emissione sono indispensabili per la programmazione e il monitoraggio di misure di riduzione delle emissioni di CO2.
La produzione elettrica lorda nazionale da fonti rinnovabili è passata da 34,9 TWh nel 1990 a 114,5 TWh nel 2018 con un incremento sostenuto dal 2008 fino al 2014 e una riduzione negli ultimi anni.
L’energia fotovoltaica ed eolica mostrano l’incremento più significativo in particolare dal 2007 la quota delle fonti rinnovabili assume una dimensione rilevante, con un contributo alla riduzione delle emissioni atmosferiche superiore a quanto registrato per le altre componenti.
Per i consumi elettrici l’analisi della decomposizione mostra che l’efficienza contribuisce alla riduzione delle emissioni atmosferiche solo nel settore industriale che rivela una struttura piuttosto eterogenea per i diversi comparti, mentre nel settore terziario la diminuzione dei fattori di emissione per la produzione elettrica è compensata dall’incremento dei consumi elettrici.
Nel settore domestico si ha un forte disaccoppiamento tra consumi elettrici e corrispondenti emissioni atmosferiche. Il confronto dei fattori di emissione di gas serra dei parchi termoelettrici mostra che il fattore di emissione nazionale è tra i più bassi nei principali Paesi europei.

Al Fibra Globe da quasi 10 anni contribuisce alla riduzione dell’emissione in atmosfera di CO2 grazie all’installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.